Lasciati Ispirare

Consigli di viaggio

Itinerari

Chi Siamo

Top
  >  Regno Unito   >  Una passeggiata nelle Cotswolds: cosa fare e cosa non perdere!
castle combe

Area of Outstanding Natural Beauty (Area di Eccezionale Bellezza Naturalistica). Così vengono definite le Cotswolds. Immaginate un immenso paesaggio nel verde della campagna inglese in cui tante pecorelle vi salutano.

Piccoli villaggi di Cottages in pietra, tea room con il camino acceso e pub che spillano cask beer.

Il silenzio interrotto solo dal canto degli uccellini o dallo svolazzare di api, da un fiore a un’altro. Il profumo del glicine riempie tutto quello che vi circonda. Un insolito e timido sole vi accompagna nelle tranquille passeggiate tra un fiumiciattolo e l’altro.

Tutto questo e non solo sono le Cotswolds. Ispirata e invogliata da tante foto scattate in questi piccoli villaggi che sembrano usciti fuori da un vecchio libro, ho deciso che era giunto il momento di scoprirle da sola. Per poi tornare e condividere insieme a voi questa avventura di altri tempi e il nostro itinerario nelle Cotswolds.

Profumo di glicine alle Cotswolds
Il profumo del glicine a Swalcliffe

Iniziamo da alcune piccole informazioni sulle Cotswolds

Sono una regione collinare a Ovest di Londra, che comprende 6 contee  il Gloucestershire, Oxfordshire, South Warwickshire, Worcestershire, Wiltshire, Bath e il North East Somerset, quest’area è delimitata a nord dal fiume Avon, a est da Oxford, a ovest da Cheltenham e a sud dalla sorgente del Tamigi. Per raggiungere questa’area si impiegano circa 2 ore e mezza da Londra. I tempi si accorciano invece da Bristol. Queste cittadine si caratterizzano per le costruzioni in calcare oolitico,  tipico di questo terreno e dagli immensi campi collinari dove pascolano le pecore inglesi. Si tratta di piccole cittadine, ognuna con la sua storia e le sue caratteristiche che le rendono uniche tra di loro.

Per organizzare un itinerario il più personalizzato possibile mi sono concentrata sulle caratteristiche di ognuno. E magia: sono saltati fuori Harry Potter e Tolkien!

Il nostro viaggio parte da Stansted dove abbiamo preso il bus National Express fino a Stratford, per proseguire con la linea DLR fino a London City Airport per il noleggio auto. Siamo arrivati fin qui perchè era la soluzione più economica per il noleggio auto. Ora vi chiederete: si ma con la guida a destra? Ecco con una macchina con il cambio automatico tutto sarebbe stato più semplice ma ce l’abbiamo fatta comunque. Abbiamo compreso nel noleggio una protezione completa e il conducente aggiuntivo. Una volta che si entra nell’ottica di tenere la destra, fidatevi che non è così una grande tragedia. Ce l’ho fatta io! Noleggio auto sempre con Rentalcars.

PS: non partite MAI senza assicurazione viaggio! Noi ormai ci affidiamo a HeyMondo e grazie a noi potete avere uno sconto del 10%. Scegliete di viaggiare sempre sicuri!

Banner Heymondo NY

Inizio del nostro itinerario

Castle Combe! Finalmente dopo circa due ore e mezza di guida, di cui la maggior parte passate percorrendo il raccordo di Londra, siamo giunti alla nostra prima meta nelle Cotswolds. 

Forse tra i villaggi più iconici, Castle Combe ci ha fatto da subito capire cosa rende così magica e unica questa regione. Piccoli cottages in pietra, ricoperti di edera e  dalle porte colorate. In questo villaggio di origine medievale, nulla è stato costruito dopo il 1600. Il ponticello che vi porta all’interno del villaggio è il punto più fotografato.

Un posto tranquillo in cui potrete prender un caffè o un tea e rilassarvi su una panchina. Sembra un pò un paesino fantasma ma forse proprio questo lo rende ancora più magico. 

Da qui ripartiamo per Lacock. Il villaggio più a sud del nostro itinerario. In questo piccolo villaggio sono state girate alcune scene di Harry Potter. E proprio all’entrata abbiamo trovato la casa di Lumacorno. Parcheggiata la macchina abbiamo girato a piedi trovando anche la casa dei genitori di Harry Potter (si vede in “La Pietra Filosofale”) . Qui troverete fuori dai cottages tante piccole creazioni artigianali ispirate al maghetto che potrete comprare lasciando i soldi nelle cassette.  Pausa birra al The George Inn e poi ci avviamo verso il nostro Airbnb a Chippenham. 

casa dei genitori di Harry Potter, Lacock, Cotswolds
Casa dei genitori di Harry Potter: Lacock!

La mattina dopo apro le tende e un fantastico sole ci attende! Guidiamo fino a Bibury, attraversando Tetbury e Cirencester . Ci godiamo una coffee cake con cafè e camminiamo lungo il sentiero che ci porta a Arlington Row. Ci troviamo davanti ad una cartolina di dimensioni naturali. Piccoli cottages acciottolati, porticine verde tiffany e fiori dai mille colori. Un piccolo ruscelletto porta al fiume Coln dove un tempo si lavava la lana. Questo piccolo luogo incantato fa parte della riserva naturale della National Trust. Sembra davvero di tornare indietro nel tempo. Se siete in viaggio con bambini alla fine del villaggio si trova un allevamento di trote all’aperto con annesso parco e bakery.

Arlington Row, Cotswolds
Arlington Row a Birbury

Tratteniamo la fame per goderci un pic nic sulla riva del fiume a Bourton-on-the-water, la piccola Venezia delle Cotswolds. Cittadina decisamente piena di vita e turisti rispetto ai villaggi visitati prima. Ovviamente anche qui ne approfitto per un dolcetto tipico inglese: scone con marmellata!

Proseguendo alla lettera il nostro itinerario, la prossima fermata è Stow-on-the-wold. Andiamo alla ricerca della porta che ispirò Tolkien per l’entrata a Durin. Questa piccola porta si trova all’interno del parco della chiesa di St Edwads ed è perfettamente incastonata tra due alberi, nascosta nella parte posteriore della chiesa tra vecchie lapidi che rendono tutto ancora più misterioso e magico. Passeggiando per Stow-on-the -Wold si incontrano tanti negozietti di antiquariato e vintage, vecchie bakery e librerie dove coccolare adorabili cagnolini. Ormai sulla scia di Tolkien riprendiamo la macchina lasciata nel parcheggio libero che trovate all’inizio della piccola cittadina e proseguiamo per Moreton-in-Marsh. 

Piccola nota sui parcheggi: abbiamo sempre lasciato la macchina nei parcheggi pubblici o dove abbiamo trovato le strisce bianche, chiedendo sempre conferma della legalità del parcheggio alla gente del posto. In pratica non abbiamo mai pagato un parcheggio! 

Parcheggiamo nel parcheggio pubblico di Moreton per renderci poi conto che la meta finale del nostro tour giornaliero era proprio alle nostre spalle: il The Bell Inn. Storico pub della cittadina era il luogo di relax del nostro amato scrittore da cui prese spunto per creare il Puledro Impennato. Infatti entrando sulla destra si trova subito una grandissima mappa della Terra di Mezzo. Io contenta come non mai, festeggio con una bella cask beer!

Nelle Cotswolds vi sarà impossibile non assaggiare una cask beer. Si tratta di birre spillate direttamente dal cask senza l’aggiunta di anidrite carbonica e spesso senza essere refrigerate. Non la classica birra a cui siamo abituati ma da provare almeno una pinta. La nostra giornata finisce a Swalcliffe dove dormiamo al The Stags Head. Questo tipico pub con annesse stanze ha il classico tetto di paglia chiamati “thatched cottage”. Veniamo accolti calorosamente dal proprietario di origini greche che ci prepara un piattone di delizie del suo paese. Anche questa seconda giornata finisce crollando nel morbido lettone di questo posticino fantastico. 

Booking.com

La mattina seguente dopo una passeggiata per il villaggio, dove l’odore del glicine ci da il buongiorno, ci incamminiamo per Woodstock. Questa cittadina non era nel nostro itinerario iniziale ma ci è stata consigliata la sera prima da un cliente del pub. Dato che si trova esattamente lungo la strada per Oxford decidiamo di fermarci qui per una seconda colazione.

Chiesa a Broadway, Cotswolds
Arcobaleni a Woodstock!

Una cosa leggera: Full english Breakfast! Con il pancino bello pieno guidiamo fino ad Oxford , continuando a portarci dietro un sole non molto tipico di queste zone, sentendoci così tanto fortunati e contenti di vivere questa nuova avventura.

Lasciamo il racconto di Oxford al prossimo appuntamento. Seguici sui nostri social per le prossime avventure.

post a comment