Lasciati Ispirare

Consigli di viaggio

Itinerari

Chi Siamo

Top
  >  guida   >  Kuala Lumpur: cosa non perdere in 3 giorni!
Vista di Kuala Lumpur, Malaysia

Kuala Lumpur è la città che non ti aspetti. Quella che ti lascia a bocca aperta per la sua modernità e i suo quartieri cool e alternativi. Quella che ti sorprende con viste mozzafiato e dove puoi aspettare il bus in compagnia di qualche scimmietta. La città che a poche ore dal suo arrivo ti farà dire: io qui ci vivrei.

O dove apriresti un barber shop! Idea di Riccardo! Entrambi siamo arrivati senza alcun tipo di aspettativa su questa città. Ma già da subito abbiamo capito che sarebbe entrata nella nostra top 5 delle città più belle del mondo. Almeno per quelle visitate fino ad oggi!

Ma cosa ha così di speciale? Quali sono le cose da non perdere in questa capitale asiatica, che forse troppo spesso viene sottovalutata?

In questo articolo vi porteremo alla sua scoperta, tra templi induisti megalomani e stradine nascoste dove mangiare il miglior street food della Malesia.

Primo Giorno a Kuala Lumpur.

Kuala Lumpur Tower

Guardando lo skyline di Kuala Lumpur vedrete più di un grattacielo e una torre. La torre, visibile da ogni punto della città, è la KL Tower, la torre delle telecomunicazioni. Con i suoi 421 metri (completa di antenna) di altezza, è la settima torre più alta del mondo. Avrete la possibilità di salire allo Sky Desk a 300 metri di altezza e avere la miglior vista su tutta Kuala Lumpur. Posizionata su una collina, la Bukit Nanas, garantisce un’ottima visuale a 360°. Se poi volete azzardare con un pò di romanticismo potrete prenotare all’Atmosphere, il ristorante girevole.

Andate la mattina presto, come abbiamo fatto noi, proprio alla sua apertura alle ore 9:00. Se non soffrite di vertigini provate l’emozione di camminare nel vuoto inserendo anche lo Sky Box.

Biglietto Sky Desck + Sky Box = 110 RM, circa 25€.

interno della Kl Tower, malesia
sconto Heymondo 10%

Kuala Lumpur Forest Eco Park

Rimarrete stupiti di come verrete totalmente scaraventati fuori dalla città in questa vera e propria foresta tropicale. Questo parco è una riserva naturale dal 1906 e si estende per ben 9 e più ettari. Potrete attraversarlo scegliendo tra vari percorsi, passando anche sulla canopy walkway, che noi ci siamo risparmiati, dopo le vertigini alla KL Tower!

Se vi dice bene potrete scorgere tanti animali che vivono isolati dalla città in questa riserva. Altrimenti dirigetevi ad una delle fermate degli autobus, dove è più probabile incontrare le scimmiette! Ebbene si abbiamo avuto questa sorpresa! Vi ricordiamo di mantenervi a dovuta distanza, soprattutto se avete cibo con voi, che ovviamente non dovete dargli.

I locals ci hanno raccontato che dopo e durante il lungo lockdown del Covid, questi animali si sono piano piano allontanati dalla foresta cercando cibo nei secchioni, abituandosi ormai alla presenza dell’uomo e convivendo con lui anche fuori dal loro habitat.

Entrata gratuita

scimmie in malesia

Petronas Tower

Le due Torri Gemelle della Malesia. Il primissimo consiglio che ci sentiamo calorosamente di darvi, vista la nostra triste esperienza, è quello di prenotare con larghissimo anticipo! Purtroppo ci siamo ridotti ad organizzare l’itinerario dei nostri 3 giorni a KL troppo in ritardo, programmando la visita qui solo il giorno prima. E…abbiamo trovato tutto sold out! Ci siamo dovuti accontentare di vedere le torri dal basso, visitare il complesso di negozi al suo interno e i giardini. La vera attrazione delle torri è il ponte, Skybridge, che le collega a 170 metri di altezza.

Biglietto di entrata: 98 RM.

MATIC

Siamo capitai presso il Centro del Tutismo Malese un pò per caso scoprendo poi la gran fortuna di esserci fermati qui. In primis siamo riusciti ad organizzare l’escursione alle Cameron Highlands. Ci siamo rivolti alle ragazze all’ingresso del centro, dopo aver visto vari coupon dei vari tour organizzati da loro. E poi perchè abbiamo avuto la fortuna di assistere ad uno spettacolo di danza tradizionale malese. Con tanto di balletto finale fatto anche da me (Stefania). Che diciamo non è stato proprio un gran spettacolo! Per conoscere i vari eventi e gli orari degli show potete consultare la loro pagina ufficiale. Avrete modo di conoscere approfonditamente la storia di questa nazione e impararne la vera cultura. Inoltre il loro bellissimo giardino è perfetto per una pausa al fresco.

Partecipazione agli show gratuita.

Bukit Bintang

È il quartiere dello shopping e del divertimento di KL. Una volta arrivati qui tra grattacieli, negozi di lusso e grandiosi centri commerciali vi chiederete se siete ancora a Kuala Lumpur! Tranquilli succede a tutti. Eppure si sete ancora in questa città asiatica dalle mille sfaccettature. Questa zona è una delle 3 punte della Golden Triangle. Il centro commerciale Pavilion la fa da padrone ma il nostro preferito è stato il Lot 10, al cui piano inferiore troverete tantissimi ristoranti in stile street food dove assaggiare specialità malesi. È la zona perfetta dove passare una serata tra luci e musica di artisti di strada.

Secondo Giorno a Kuala Lumpur.

Batu Caves

Iniziamo la mattinata il più presto possibile visitando questo grandissimo tempio Indù che è il più popolare al di fuori dell’India. Vi troverete davanti ad una statua di ben 43 metri, rappresentante Lord Murugan. Alla sua sinistra un arcobaleno di 272 gradini vi guiderà fin dentro le grotte. Verrete scaraventati in un luogo mistico dove tra canti di pellegrini, urla di galli e il profumo dell’incenso entrerete in un altra dimensione. È senza ombra di dubbio una delle esperienze più forti e dirette con la religione induista. Visitate tutto il complesso che racchiude altri piccoli templi. Attenti alle scimmie, evitate di portare con voi cibo.

L’ingresso è gratuito a parte alcune offerte che potrete voler donare.

Batu caves, Malaysia
Batu Caves e la sua imponente statua.

Thean Hou Temple

La Malesia è il paese in cui si uniscono tre diverse culture: Indiana- Induista, Malese- Musulmana e infine Cinese- Buddhista. E proprio in questo tempio cinese si celebra Buddha. Imponente si eregge in cima all’altura di Robson Heights. Da qui avrete una vista spettacolare di Kuala Lumpur. Questo Tempio inaugurato nel 1989, è dedicato a Thean Hou, la Madre Celeste. Abbiamo avuto la fortuna di assistere ad alcuni matrimoni.

Entrata Gratuita.

Thean Hou Temple, Kuala Lumpur
Thean Hou Temple

Little India a Kuala Lumpur

Continuando in questo viaggio culturale, ci dirigiamo nella piccola India di KL. Chiassosa e colorata come ci si aspetta l’India, avrete occasione di compare un bel sari. Io ne ho preso uno bellissimo verde e ne ho approfittato per riportare qualche braccialetto colorato e cavigliere come souvenir.

China Town

Se lo shopping non vi è bastato, in questo quartiere avrete modo di spendere gli ultimi spicci. Tra street food e bancarelle che si concentrato nella bellissima a vivace Jalan Petaling. Se riuscite ad uscire dal mercato abandonatevi alla rilassatezza e al chill out delle viette adiacenti che offrono localini cool e street art. Un pò per la vicinanza al nostro hotel, un pò perchè ci ha colpito molto, questa è stata sempre tappa serale delle nostre passeggiate. Tanto che l’ultima sera prima della partenza siamo passati a salutare un signorotto di uno stand con cui avevamo fatto amicizia.

Terzo giorno a Kuala Lumpur.

Central Market

Questo mercato coperto è molto elegante e curato. Ma anche un pò turistico. Perciò perfetto se volete riportare qualche souvenir originale. La maggior parte sono negozi di artigianato locale. Quindi acquistando qui aiuterete i locals.

Sin Szeya Temple

Piccolo ma imperdibile, questo tempio va cercato. Si tratta del tempio cinese più antico di KL, realizzato nel 1864 da Yap Ah Loy. Piccolo ma di grande impatto essendo decorato da oggetti di grande valore storico-religioso.

Merdeka Square

Questa grande piazza è il luogo in cui nel 1957 venne dichiarata l’indipendenza della Malesia. E pensare che qui durante il dominio britannico si giocava a Cricket. Su questa piazza si affacciano alcuni importanti edifici come il Sultan Abdul Samad Building e la Cattedrale di Santa Maria. Qui ogni 31 luglio si festeggia l’indipendenza della Malaysia. Guardate in alto per scorgere la grande bandiera nazionale che sventola fiera a 100 metri di altezza

Merdeka Square, Kuala Lumpur, Malaysia
Merdeka Square

Masjid Jamek

La più antica moschea della città, inaugurata nel 1909, si trova a pochi metri dalla piazza dell’Indipendenza. Vi colpirà la sua posizione centrale tra il fiume Klang River e il Gombak River. Spiccano le sue tre cupole e i due minareti. Tutto intorno dei bellissimi giardini con palme che la rendono un luogo di vera pace.

Jalan Alor

Non potete lasciare Kl senza mangiare in questo mercato che non dorme mai! Qui a qualsiasi ora troverete tavoli apparecchiati e famiglie che in grande festa condividono il pasto serale. Da grigliate di pesce a fritture di ogni genere avrete l’imbarazzo della scelta.

Terminiamo qui il nostro itinerario di Kuala Lumpur. Se riuscite vi consigliamo di organizzare un’escursione in giornata alle Cameron Highlands. Per sapere dove mangiare vi aspettiamo alla prossima puntata.

Prima di partire scoprite come organizzare al meglio il vostro viaggio in Malesia! E seguici sui nostri social per le prossime avventure!

post a comment