Lasciati Ispirare

Consigli di viaggio

Itinerari

Chi Siamo

Top
  >  Portogallo   >  Viaggio in Algarve: itinerario da Faro a Cabo de São Vicente.
costa dell'algarve

Il nostro viaggio on the road in Algarve è iniziato dalla decadente e fascinosa Faro per proseguire fino alla sua punta estrema: Cabo de São Vicente. Quella che una volta era l’ultima fascia di terra conosciuta. Nel mezzo ci è stato un susseguirsi di bellissime spiagge, scogliere a strapiombo sull’oceano e piccoli paesini medievali ricchi di storia. Ma cosa non perdere assolutamente in un viaggio in Algarve?

Premessa: abbiamo effettuato questo viaggio ad agosto 2023, che non è tra i periodi sicuramente consigliati ma purtroppo quando si hanno le ferie obbligate ci si deve accontentare.

Eravamo con la nostra auto perchè siamo partiti una settimana prima da Roma. Abbiamo affittato un appartamento a Silver, che è stata una meta a metà, perfetta per visitare tutto. Eravamo in compagnia della nostra Nanà e molto spesso abbiamo avuto problemi a trovare spiagge Dog Friendly, tenetelo bene in considerazione. Avendo un appartamento con giardino non abbiamo avuto problemi durante il giorno a lasciarla al fresco.

La maggior parte delle spiagge sono libere e non attrezzate, raramente trovate chioschi e noleggio attrezzatura.

Detto questo ecco qui le tappe imperdibili per un viaggio in Algarve!

Faro

Questa piccola cittadina, una volta villaggio di pescatori, ora è una decadente città che unisce il barocco delle chiese alle facciate decorate di azulejos delle case tradizionali. Tra chiese che raccontano storie a volte anche un pò tetre agli allegri e giovani locali in cui sorseggiare un drink. La maggior parte delle volte viene utilizzata solo come punto di arrivo per il suo aeroporto, ma noi vi consigliamo di passare almeno un giorno qui e esplorarla seguendo il nostro mini itinerario di un giorno.

Faro, capitale dell'algarve

Albufeira

Parlando di cittadine, non può non essere menzionata questa vivace e animata meta, gettonata soprattutto dai più giovani. Essendo la più grande cittadina dell’Algarve a livello turistico è super preparata ad accogliervi. Offre tantissime attività sportive e tour in barca. Ha tantissimi ristoranti, locali e non mancano le discoteche dove ballare tutta la notte.

Ma non trascurate le sue stradine acciottolate e la sua vecchia anima di villaggio di pescatori. La sua grande spiaggia è perfetta per rilassarsi al sole: Praia dos Pescatores.

Tra i locali consigliati, concedetevi una cena tipica da: Tres Coroas. Squisito il baccalà e il pollo Piri-Piri.

Praia dos Arrifes

Siamo arrivati in questa piccola spiaggetta la mattina abbastanza presto. Incastonata tra le scogliere ha anche un bar ristorante che affaccia proprio sulla spiaggia. Con parcheggio gratuito ma piccolissimo. La mattina con l’alta marea purtroppo la spiaggia si ristringe ancora di più.

Praia dos Paradinha

Questa è stata in assoluto la nostra spiaggia preferita! Arriverete nel parcheggio, dove se avrete fortunata troverete posto e da lì potete scendere lungo la passerella a sinistra. Dove troverete anche un ristorante con la grande spiaggia. Ma noi impavidi e su consiglio dei local, siamo scesi per il percorso a destra. Arrivando proprio tra le insenature di questa caletta. Essendo così appartati abbiamo portato anche Nanà trovando infatti altri local con i loro cani. Ma attenzione perchè non è segnalato come spiaggia Dog Friendly!

Praia Grande de Pera

Questa è stata la nostra spiaggia di relax tutte le sere. È l’unica spiaggia che abbiamo trovato ufficialmente Dog Friendly dove abbiamo potuto portare in tutta tranquillità Nanà. Si tratta di un grande spiaggione. Per arrivarci bisogna attraversare una lunga passerella che parte dal grande parcheggio gratuito.

Silves

È una piccola ma allegra cittadina, che una volta era la capitale dell’Algarve. È stato un importante punto di controllo durante il periodo dei Mori, grazie al suo Castelo de Silves e le sue mura di protezione. Se riuscite dedicate qualche ora a passeggiando nelle sue stradine e a visitare oltre al castello la Cattedrale.

Spiaggia di Marinha.

Definita una delle 10 spiagge più belle dell’Europa, ovviamente è una delle più affollate. Se riuscite a trovare un posto nel grande parcheggio, continuate la passerella fino ad arrivare alla spiaggia.

Da qui parte il suggestivo Percorso delle Valli Sospese. Questo trekking si snoda lungo le scogliere e offre vertiginosi paesaggi sull’oceano. In questi 6 km di percorso potrete osservare la romantica grotta a forma di cuore che fa da sfondo alla spiaggia di Praia do Buraco. Passerete anche per la grotta di Benagil arrivando poi alla fine del percorso alla spiaggia di Centeanes .

Grotta di Benagil

Si tratta di una vera e propria opera d’arte della natura. Uno dei luoghi più suggestivi dell’Algarve. Questa grotta è molto particolare grazie alla grande apertura circolare che è stata creata dall’azione erosiva dell’acqua. È possibile raggiungere questa grotta, che si trova a 150 metri dalla spiaggia, via mare o osservare la sua cupola aperta dall’alto. Potete noleggiare un kayak o fare un’escursione con una delle tante, troppe imbarcazioni che effettuano il servizio. Mentre in pochi metri di percorso potrete osservare il suo particolare buco dall’alto e ammirare le bellissime scogliere intorno. Una tappa da non perdere in un viaggio in Algarve.

Praia do Camilo

Qui purtroppo abbiamo avuto uno dei più grandi shock Instagram vs Reality. Premessa: siamo stati ad agosto e purtroppo è stata una delle tappe finali del rientro da Cabo Sao Vicente, quindi siamo arrivati qui nel primo pomeriggio.

Purtroppo la mole di gente era veramente tanta. In più a quell’ora la marea è alta e la spiaggia si dimezza. E a completare tutto il mare era nero di alghe. I paesaggi sono stupendi ma almeno che non arriviate la mattina prestissimo andando via a metà mattinata vi ritroverete ammassati su questa piccolissima spiaggia, che a nostro avviso dovrebbe essere tutelata con entrare limitate. Tenete presente che dovete percorrere una passerella e una scalinata per arrivare giù. Sicuramente all’alba e al tramonto lo spettacolo è molto suggestivo e la situazione più tranquilla. Dato che siete qui fate una passeggiata fino a Ponta da Piedade

Praia do Martinhal

Questa bellissima spiaggia dalle acque cristalline è stata una vera scoperta. Ci siamo intrufolati per un strada sterrata seguendo le indicazioni di Google ovviamente sbagliate. In ogni caso siamo arrivati a destinazione percorrendo qualche metro in più. C’è anche un piccolo stabilimento più in giù per poter prendere un ombrellone. Perfetta per rilassarsi e tuffarsi nelle fresche acque di questo splendido mare.

Sagres

Abbiamo adorato questa piccola cittadina di surfisti e pescatori. Le tavole da surf poggiate sui muri, le tute ad asciugare e la brezza dell’oceano ci hanno riportato alle Hawaii.

Ma poi le piccole casette colorate e ci hanno ricordato di essere nella piccola cittadina tanto amata dal grande Enrico il Navigatore. Ci siamo fatti una passeggiata nel suo mercato e ci siamo concessi una fresca birra Sagres, che malgrado il nome non è di qui, nello storico birrificio Dromedario. Se volete ancora un pò di mare qui davanti avete la bellissima spiaggia di Praia da Mareta. Per scoprire un pò di più sulla sua storia potete visitare la Fortaleza, eretta su antichi resti romani a controllo della cittadina. Di interesse se avete tempo c’è anche la ‘Camera Sonora – Voz do Mar‘. Scoprite da voi di cosa si tratta!

Praia do Beliche

Qui la potenza delle onde attira impavidi surfisti. Noi ci siamo limitati ad osservarli cavalcare le alte e arrabbiate onde. C’è un grande parcheggio dove lasciare l’auto e un percorso per scendere fino a giù. Preparatevi perchè il vento qui inizia ad essere così forte da averci strattonato lo sportello della nostra auto che purtroppo ha preso l’auto accanto!

Cabo de São Vicente

Siamo arrivati non solo alla fine del nostro percorso ma alla fine del Mondo! Un tempo, prima della scoperta dell’America, gli esploratori che partivano verso l’ignoto salutavano questa terra come l’ultimo lembo conosciuto. Con attenzione affacciatevi ad osservare la potenza delle onde che quasi con cattiveria si scagliano contro le falesie.

Qui si avverte tutta la forza e la potenza della natura. Il vento fortissimo che vi strattonerà e la brezza dell’oceano che malgrado l’altezza delle scogliere vi bacerà il volto. Il paesaggio è tra i più belli visti nei nostri viaggi per il Mondo. Il faro rosso che fa da sentinella su questa scogliera ospita al suo interno il Museo dos Faròis.

Cabo de São Vicente.

Poco prima di arrivare qui potrete fermarvi alla Fortaleza do Beliche dove ammirare uno scorcio fantastico.

Questo è il posto perfetto per godersi un tramonto spettacolare e salutare con un arrivederci questi incredibili paesaggi, mentre il vento ci scompiglia i capelli e ci accarezza ricordandoci quanto la natura può emozionarci. Il luogo che più ci ha rapito il cuore di questo nostro viaggio in Algarve.

Click here to display content from Google Maps.
Learn more in Google Maps’s privacy policy.

spiaggia di Praia dos Paradinha.

Quando fare un viaggio in Algarve.

Noi siamo purtroppo per forza maggiore, andati ad agosto. Questo vuol dire tanta gente ovunque. La soluzione migliore in questo periodo è uscire presto la mattina, rientrare magari in tarda mattinata e riuscire nel tardo pomeriggio per godersi un tramonto da favola in qualsiasi spiaggia che ormai saranno più accessibili. Quindi optate magari per una struttura munita di piscina per rilassarvi quando siete a casa. Le temperature in questo periodo sono più alte ma mai eccessive.

Il vento e le correnti dell’oceano mitigano molto le temperature. Alcune sere potreste aver bisogno di un giacchetto. Mentre il sole batterà sempre molto forte. Quindi attenti quando organizzate le escursione a tenere presente di equipaggiarvi con cappelli e protezione solare e magari evitare le ore di punta. Il periodo migliore ovviamente rimane tra la primavera e l’autunno. Avrete modo di vivervi quasi in solitari questi posti. Magari in van o in camper. Esperienza che speriamo di poter fare quando torneremo.

Perchè quello che è certo è che non abbiamo detto addio a questo splendido paese ma solo un arrivederci e a presto.

post a comment